La Fondazione

La Fondazione La Città del Sole – Onlus è una realtà nata per costruire percorsi di vita per persone con disabilità psichica e mentale, che sarebbero altrimenti a forte rischio di istituzionalizzazione.

Opera dal 1998 nella città di Perugia in campo sanitario, socio-sanitario e socio-culturale, portando avanti progetti di vita innovativi tendenti all’autonomia e all’integrazione per utenti psichiatrici.

PROGETTI

P.R.I.S.M.A.

Il Progetto PRISMA (Programma di Ricerca-Intervento Salute Mentale e Autonomie) si propone di individuare e/o rafforzare e/o costruire una rete di situazioni “normali” di residenzialità, di occupazione, di tempo libero, di vacanza, in cui soggetti con problemi psichici trovino risposte di qualità alle loro esigenze.

PRISMA offre un progetto di vita alternativo all’istituzionalizzazione a persone con disabilità psichica grave, medio-grave, lieve, coinvolgendo nelle proprie attività una molteplicità di soggetti pubblici e privati, individuali e collettivi, elaborando e attuando “progetti di vita integrata”.

Caratteristica distintiva del Progetto PRISMA è l’organizzazione dell’abitare come Patto di Cura: ciascuno dei nostri utenti vive in una casa propria assieme non ad altri utenti, ma a persone portatrici di un bisogno abitativo, per lo più studenti furi sede, a cui viene concesso l’affitto gratuito in cambio della convivenza.

 

PerSo – Perugia Social Film Festival

In un’ottica di inclusione e superamento dei pregiudizi sulla disabilità mentale, le attività legate alla cultura diventano la base fondante di un percorso di fusione tra l’aspetto sociale e l’aspetto sanitario.

L’evoluzione naturale di queste premesse è stato pensare a un’attività che potesse narrare la disabilità psichica presa da diverse angolazioni, con uno dei linguaggi più completi ed affascinanti: quello cinematografico e documentaristico.

Da qui, nel 2014, nasce il PerSo, festival internazionale di cinema documentario che, partendo dalla disabilità mentale, si allarga al sociale nel senso più ampio del termine, alla realtà della vita vissuta.

 

AUXILIA

Il progetto AUXILIA nasce dalla volontà di offrire soluzioni innovative al campo della Psichiatria attraverso la ricerca e lo sviluppo di idee nel campo delle tecnologie sociali, al fine di migliorare le condizioni di vita di pazienti psichiatrici con l’introduzione e l’applicazione di ausili tecnologici.

AUXILIA nasce dall’idea di sviluppare le potenzialità terapeutico-riabilitative del progetto P.R.I.S.M.A., che si presta ad essere il contesto ideale per l’introduzione di ausili tecnologici e relative strategie di utilizzo, al fine di migliorare l’autonomia della persona con disagio psichico e potenziare le risorse coinvolte.

L’obiettivo è creare le condizioni favorevoli al dispiegamento del massimo grado di funzionamento potenziale dell’utente attraverso lo sviluppo e l’applicazione di ausili tecnologici progettati ex novo o adattati ad hoc ad ogni singolo contesto che vadano a sostenere un intervento clinico centrato sulle componenti relazionali.

 

Centro Diurno Psichiatrico FuoriPorta

Punto di riferimento delle attività socio-culturali gravitanti attorno al Centro storico di Perugia, il Centro Diurno Psichiatrico FuoriPorta è aperto non solo agli utenti psichiatrici ma anche e soprattutto a tutte le realtà associative attive sul territorio.

Le attività prendono spunto innanzitutto da ciò che Fondazione sta facendo con successo da anni: attività cinematografiche ad ampio raggio, eventi, rassegne e incontri, laboratori di cinema e di alfabetizzazione audiovisiva. Il Centro è inoltre sede di una «Radio della Salute mentale», di un Portierato di quartiere e di una nuova Banca del Tempo e luogo di incontro per attività ricreative che vadano ad integrare anche utenti psichiatrici.

FuoriPorta è uno spazio condiviso ed aperto alla cittadinanza. Il progetto risponde a due esigenze principali: da un lato offre alla città un centro polifunzionale, aperto ed attrezzato per realizzare attività di vario tipo e per rispondere a un bisogno frequentemente manifestato da varie realtà cittadine; dall’altro lato contribuisce all’integrazione sociale di pazienti psichiatrici al fine di operare contro il rischio di esclusione sociale, sradicando lo stigma che troppo spesso vivono e che impedisce loro di sviluppare le proprie potenzialità ed esprimere le proprie capacità e competenze.

 

Un angolo di economia solidale

Il progetto nasce da una collaborazione con Monimbò Bottega del Mondo soc. coop. sociale.

I rapporti tra le due realtà hanno mosso i primi passi agli inizi degli anni 2000. Grazie a tale collaborazione, nel corso degli anni alcuni utenti della Fondazione hanno esperito percorsi di inserimento lavorativo all’interno della Bottega del Commercio Equo e Solidale di Perugia.

Agli inizi del 2016 la Cooperativa Monimbò ha lanciato un nuovo progetto, aprendosi anche ad altre forme di economia sostenibile, a partire da biologico/Km 0/agricoltura sociale, passando per il turismo responsabile e sostenibile, fino a porsi come obiettivo per il lungo periodo la creazione di un luogo che sia punto di aggregazione, con somministrazione/bar, possibilità di ascoltare musica, vedere video, leggere libri, trovarsi e ritrovarsi. Il nuovo progetto ha trovato da subito la collaborazione della Fondazione “La città del sole” – Onlus, che da sempre ha vissuto la Bottega come un luogo ideale a percorsi di inserimento lavorativo e di socializzazione per i propri utenti.

ATTIVITA’

COMUNICAZIONE

Accanto alla sperimentazione di nuovi modelli sociali per l’integrazione, la Fondazione si propone di attivare al meglio il momento della comunicazione delle esperienze realizzate.

Questo è accaduto con il videofilm Sto lavorando? di Daniele Segre, premio FEDIC al Festival di Venezia 1998 e premio “Filmaker” di Milano, e con il film Un silenzio particolare di Stefano Rulli, presentato in concorso alla 61ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel 2004 nella sezione “Cinema Digitale”, David di Donatello 2005 come miglior film documentario lungometraggio, menzione speciale come miglior documentario ai Nastri d’argento 2006, Miglior Film Documentario al Vancouver International Film Festival 2005, Panorama al Lincoln Center – Open Roads 2005, Panorama al Mittelcinemafest – Festival Centro-Europeo del Cinema Italiano 2005, Prix des Lecteurs du Dauphiné LibéréPrix Mention Spéciale CICAE e Prix Mention Spéciale du Jury al Festival “Cinema Italien” di Annecy 2005.

Infine la Fondazione è attiva con pubblicazioni e produzione di materiale specifico sull’attività svolta, e con la realizzazione di convegni e seminari che permettano di conoscere e discutere le problematiche della salute mentale in un ambito vasto.

 

FORMAZIONE

La formazione permanente è un obbligo per la Fondazione; essa è naturalmente rivolta all’interno (operatori, genitori, volontari, ecc.) e all’esterno (stage, convenzioni con Università, ecc.).

La Fondazione intraprende inoltre numerose iniziative attraverso gruppi di volontariato e la propria rete nazionale di sostegno per la raccolta di fondi che permettano lo sviluppo delle proprie attività.

La Fondazione ha costituito ed è parte attiva di una rete nazionale in collaborazione con molteplici associazioni locali, al fine di promuovere in regioni diverse progetti basati su un nuovo modello di integrazione delle diversità, prima fra tutte quella psichica e psichiatrica.

www.fondazionecittadelsole.it