OMAGGIO A FRANCESCO ROSI

Sabato 18 (ore 18.30) e domenica 19 (ore 16)

Per ricordare uno dei maggiori registi e sceneggiatori italiani, maestro di quel filone di film d’inchiesta da lui inaugurato negli anni ’60 , il PerSo Film Festival ha deciso di dedicare due giornate a Francesco Rosi, con la proiezione de Il Caso Mattei (1972) e dell’opera di Roberto Andò, suo assistente e amico, Il Cineasta e il Labirinto (2002), dedicata al grande Maestro.
Nato a Napoli nel 1922, Francesco Rosi abbandona la Facoltà di Giurisprudenza per affermarsi come illustratore di libri per l’infanzia; contemporaneamente inizia a lavorare per Radio Napoli.
Nel 1946 si avvicina al mondo dello spettacolo lavorando come assistente di regia in teatro e al cinema, e fino alla metà degli anni Cinquanta alterna l’attività di aiuto regista, soggettista e sceneggiatore. L’esordio nella regia avviene nel 1958 con La Sfida, opera prima che vince il premio speciale della Giuria a Venezia e che anticipa le tematiche che diverranno centrali nei suoi film.
Nel 1961 inaugura infatti il genere dei film d’inchiesta italiani con Salvatore Giuliano, per poi trovare la consacrazione con Le mani sulla città (1963), in cui denuncia le collisioni fra i vari poteri dello stato e lo sfruttamento edilizio partenopeo. Seguono altri tre classici del cinema d’inchiesta, legati alla personalità carismatica di Gian Maria Volonté: Il caso Mattei (1972), Lucky Luciano (1973), Cristo si è fermato a Eboli (1978).
Dopo la trasposizione cinematografica del romanzo di Gabriel Garcia Marquez, Cronaca di una morte annunciata (1987), si dedica a quella de La tregua di Primo Levi che, dopo molte difficoltà economiche e tecniche, vedrà la luce solo nel 1996. Dopo questo difficile lavoro, dal 2003 decide di tornare alla regia teatrale, continuando a ricevere premi e riconoscimenti nei maggiori festival italiani e stranieri che gli dedicano retrospettive.
Tra i premi più importanti ricordiamo l’Orso d’oro alla carriera al Festival di Berlino nel 2008, la Legione d’onore nel 2009 e il Leone alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia nel 2012.

 

Domenica 19 aprile, al termine della proiezione de Il caso Mattei, Roberto AndòStefano Rulli e Alessandro Tinterri, coordinati da Mario Balsamo, parleranno della figura del grande regista e del rapporto dialettico tra cinema e giornalismo.

Guarda il programma completo