L’INTERPRETE

Categoria Percorsi/Prospettive

Di Hleb Papou
Italia, 2018, 16’
Produzione Quasar Multimedia
Sceneggiatura:  Giuseppe Brigante, Emanuele Mochi, Hleb Papou
Mercoledì 9, ore 17.00, Cinema Zenith

SINOSSI

Una ragazza italiana di origini nigeriane collabora con la polizia traducendo le intercettazioni telefoniche del traffico delle prostitute nigeriane. Minacce, maledizioni, l’omicidio di una madame. L’interprete rimane profondamente turbata da questa realtà violenta e da quel residuo di credenze ancestrali che riscopre dentro di sé.

Premio Mutti – AMM 2017  

Hleb Papou

Nato a Minsk in Bielorussia, Hleb Papou vive in Italia dal 2003. Nel 2013 il suo primo cortometraggio La foresta rossa viene selezionato allo Short Film Corner di Cannes e vince il Primo Premio al Festival Nazionale Roma FilmCorto. Si laurea al DAMS, Università degli studi di Roma Tre, per poi terminare gli studi al Centro Sperimentale di Cinematografia, diplomandosi in regia.

Il suo cortometraggio di diploma Il legionario viene selezionato alla Settimana Internazionale della Critica al Festival di Venezia 2017 e nella sezione Future Frames del Karlovy Vary Film Festival 2018. Nel 2017 con il suo gruppo di scrittura vince il nono Premio Mutti, un fondo per lo sviluppo di un’opera audiovisiva promosso dalla Cineteca di Bologna, con il soggetto del cortometraggio L’interprete. Attualmente è in sviluppo il suo primo lungometraggio, tratto da Il legionario.