Sezioni non competitive

PerSo Masterpiece

Categoria non competitiva dal 2018, che mira a presentare alcuni dei film documentari di maggior rilievo e prestigio dell’ultima stagione cinematografica internazionale. Il PerSo Masterpiece punta ad offrire una panoramica su quelle che sono le eccellenze internazionali del genere.
Nella Seconda e Terza Edizione del Festival la categoria è stata competitiva e ha visto premiati A Family Affair di Tom Fassaert (ed.2016) e Viejo Calavera di Kiro Russo (ed.2017).

Cinema della Follia

L’ente organizzatore del PerSo Film Festival è la Fondazione La Città del Sole – ONLUS che si occupa di Psichiatria da venti anni; è dunque una missione per il Festival quella di raccontare attraverso il Cinema il mondo della Psichiatria e del disagio mentale. Per questo sin dall’Edizione Zero il PerSo dedica una retrospettiva a film che, fin dagli anni ’70, documentano questo complesso universo in tutte le sue sfaccettature e dimensioni.
Tra i film presentati in questa categoria ricordiamo: Un Silenzio Particolare di Stefano Rulli, Per Ulisse di Giovanni Cioni, The Special Need di Carlo Zoratti, 87 ore di Costanza Quatriglio, San Clemente di Raymond Depardon, Cimap! Cento Italiani matti a Pechino di Giovanni Piperno.

Rassegne e retrospettive

Ogni anno il PerSo ha scelto di dedicare delle rassegne retrospettive a specifiche tematiche sociali o autori. L’edizione 2015 ha incentrato una retrospettiva sul presidente di giuria Roberto Andò, presentando titoli come Il cineasta e il labirinto e Il manoscritto del principe, mentre un’altra ha trattato il tema del lavoro, con Workingman’s death di Michael Glawogger e Paul, Mick e gli altri di Ken Loach. L’edizione 2016 ha presentato una retrospettiva sul presidente di giuria Daniele Luchetti, proiettando tra gli altri 12 pomeriggi e La nostra vita di Daniele Luchetti, e la Retrospettiva Visioni di Scuola con La mia classe di Daniele Gaglianone e Diario di un maestro di Vittorio De Seta. Nel 2017 la rassegna è stata dedicata interamente al neo-presidente del Festival Giovanni Piperno, proiettando due suoi film: Cimap! Cento Italiani matti a Pechino e This is my sister.